L’unità in breve

L'EDUCAZIONE AL TEMPO DEI ROMANI

1. FAMIGLIA E SCUOLA NELL’EDUCAZIONE A ROMA

Nel mondo romano i contesti educativi per eccellenza erano la famiglia e la scuola. La familia riuniva numerosi componenti sotto l’autorità del pater, che doveva garantire ai figli maschi una formazione adeguata. La madre, pur non godendo di un’autorità sancita per legge, aveva una profonda influenza sui figli.

2. LA FORMAZIONE DEL CITTADINO E DELL’ORATORE

Nel II secolo a.C. il Circolo degli Scipioni promosse la convergenza tra cultura greca e moralità romana, originando l’humanitas, ideale portato a compimento da Ciceronefondato sulla convinzione che la comune ragione rendesse gli uomini fratelli e cittadini di un solo mondo, posto sotto il comando giusto di Roma. Nella prima età imperiale, nell’Institutio Oratoria, Quintiliano espone una concezione pedagogica che rifiuta i metodi coercitivi e valorizza il gioco e l’apprendimento tra pari; propugna il rispetto delle inclinazioni del discente e la gradualità dell’educazione.