6. IL VERSANTE CATTOLICO

Questo dipinto, opera di Sebastiano Ricci del 1687-88 (ora nel Museo civico di Piacenza) raffigura Paolo III ispirato dalla fede a indire il concilio ecumenico: il papa siede su un seggio in stile barocco, il cui bracciolo ha le sembianze di una donna seminuda che simboleggia l’eresia, mentre la fede, che ispira al papa la convocazione del Concilio di Trento per mezzo di una visione, ha le fattezze di una donna che porta la croce di Cristo e reca in mano il calice eucaristico. Nel telo sostenuto da angioletti è raffigurata la sessione conciliare, illuminata dalla luce dello Spirito Santo, presente in forma di colomba.

Qual è la risposta cattolica al fervore protestante sul terreno pedagogico e scolastico-educativo? Vedrai in questa unità come il movimento di Riforma cattolica – avviato già nel XV secolo con iniziative promosse all’interno degli ordini religiosi e da singoli vescovi e laici illuminati, e culminato con il Concilio di Trento (1545-63), influenzando profondamente la vita religiosa, politica, sociale e culturale degli Stati europei – offra molteplici risposte.

La Chiesa promuove infatti numerose iniziative nell’ambito della formazione del clero, della catechesi e dell’animazione cristiana della popolazione e dà vita a un’ampia gamma di istituzioni assistenziali e formative. Un ruolo chiave in questa direzione è svolto dagli ordini religiosi: troverai in particolare le soluzioni proposte dalla Compagnia di Gesù, fondata da Ignazio di Loyola, che si dedica alla formazione della classe dirigente; e, nell’ambito delle diocesi, l’esempio del sistema educativo di Carlo Borromeo, il cui collaboratore Silvio Antoniano traduce su carta il pensiero educativo.