T11

Addio, monti

I promessi sposi, cap. 8

Fallito il matrimonio a sorpresa, sventato il tentativo di rapimento di Lucia, i promessi sposi su consiglio di fra Cristoforo fuggono in barca dal paese. Alla movimentata «notte degli imbrogli» (quella in cui i due giovani hanno provato – inutilmente – a sposarsi con l’inganno davanti a don Abbondio, nello stesso momento in cui i bravi irrompevano in casa di Lucia per rapirla) fa seguito una silenziosa scena al chiaro di luna. Lucia voltandosi vede sulla sponda il torvo palazzotto di don Rodrigo, che incombe sul paese. Riconosce la propria casa, la finestra della sua stanza, e si abbandona a un segreto pianto in cui formula interiormente un commosso addio. È la pagina più celebre del romanzo.

Insieme alla versione definitiva ne diamo la prima stesura: il confronto fra il punto di partenza (il Fermo e Lucia) e il punto d’arrivo (la “quarantana”) consente di misurare l’evoluzione dello stile e delle tecniche narrative di Manzoni.