IMMAGINI DALLA STORIA L arco di Costantino L arco di Costantino si presenta come il tributo che senato e popolo romano offrirono all imperatore che restaurò il clima di pace tanto atteso dopo una stagione infiammata dalle guerre civili. La vittoria nella battaglia di Ponte Milvio, nel 312, venne celebrata con l erezione di questo monumento, inaugurato nel 315, in occasione del decimo anniversario dell ascesa al trono dell imperatore. Complessivamente il monumento è largo 25,70 metri e alto 21. L arco si erge lungo l antica via Triumphalis, a Roma, calpestata tradizionalmente dai passi dei grandi condottieri, seguiti da cortei fastosi diretti verso gli onori del Campidoglio. Da allora, il monumento è rimasto integro ed espone ancora, sulle due facciate, quattro colonne corinzie, statue e fregi: elementi che Costantino, nel progetto, ha preso da altri complessi architettonici. La ragione di questa scelta è di natura politica piuttosto che artistica: Costantino intendeva legittimare il potere imperiale poggiandolo sul consenso storico rappresentato delle vestigia di trionfi precedenti, noti e cari al popolo. Ma Costantino operò anche una scelta di ragione economica: nella parabola discendente che l impero aveva intrapreso, Roma aveva deposto il ruolo di capitale, assunto poi da Costantinopoli e l arco di Costantino, benché imponente e carico di pregio, prese forma dall aggregazione di elementi tratti da complessi appartenenti a stagioni diverse. Fu l ultimo e il più importante degli archi della Roma imperiale, insieme a quelli di Tito e di Settimio Severo. 1 4 2 3 124