Lo sviluppo sostenibile Whitman Rostow nel 1960, i Paesi del cosiddetto Occidente (Europa e Nord America) sono stati i primi in cui si sono verificate le condizioni per quello che lo studioso chiama il decollo economico. Questo modello di sviluppo, secondo Rostow e altri, non è tipico dei Paesi occidentali, ma è applicabile a qualunque società del mondo. Si tratta quindi soltanto di aspettare che anche gli altri Paesi decollino , percorrendo le stesse tappe di sviluppo di quelli che li hanno preceduti, perché il divario diminuisca e alla fine scompaia. Va detto che il modello di Rostow non tiene conto dell eventualità che il pianeta non sia in grado di garantire risorse sufficienti per sostenere il completo sviluppo economico di tutti i Paesi del mondo. Per decollo economico si intende soprattutto lo sviluppo innescato dalla rivoluzione industriale, responsabile dell aumento della produttività (grazie ad esempio alla meccanizzazione dell agricoltura) e della transizione demografica da un modello demografico tradizionale a uno moderno. In questo senso le teorie come quella di Rostow sono almeno parzialmente confermate dai fatti: sono sempre di più, infatti, i Paesi nel mondo che stanno ripercorrendo, magari in forma accelerata, le tappe dello sviluppo economico e industriale già raggiunte dai Paesi avanzati, tra le quali il fenomeno della crescente urbanizzazione, come accade a Cina, India e Brasile, tra i Paesi appartenenti al gruppo delle nuove economie emergenti. Altri Paesi (come molti Stati africani) rimangono tuttavia in condizioni di profondo sottosviluppo, e si trovano in questo stato da decenni o secoli: una situazione che ha indotto molti studiosi a domandarsi se non ci siano dei fattori strutturali che impediscano o rallentino il loro sviluppo. Haiti, uno dei Paesi più poveri del mondo. L eredità coloniale Se l inizio del decollo dei Paesi avanzati si fa di solito corrispondere alla rivoluzione industriale che ha interessato l Europa a partire dalla fine del XVIII secolo, non bisogna dimenticare che a quell epoca era in corso da circa due secoli l era del colonialismo europeo, cioè il periodo (compreso approssimativamente tra il XV e il XX secolo) durante il quale l Europa esercitò una supremazia economica e politica su vaste regioni degli altri continenti. Prima la Spagna e il Portogallo, poi l Olanda e, soprattutto, la Francia e la Gran Bretagna, conquistarono vasti imperi coloniali in America, Africa, Asia e Oceania, forti di 289