LEZIONE 16.2 DA ADRIANO A COMMODO Alla morte di Traiano, la guida dell impero passò nelle mani di Publio Elio Adriano (117138 d.C.), anch egli originario della penisola iberica e lontano parente del suo predecessore. Sebbene la sua nomina non fosse stata presentata ufficialmente al senato, il fatto che potesse fregiarsi del titolo di Cesare , utilizzato dai successori di Augusto, conferma che Traiano lo aveva adottato in forma privata negli ultimi anni della sua vita. La difesa dell impero Gli Stati Europei: il Regno Unito p. 65 STUDIO SULLA CARTA Il luogo p. 58 La difficile situazione finanziaria dell impero indusse Adriano ad abbandonare la politica di espansione territoriale di Traiano e a optare invece per una strategia di mantenimento delle conquiste. La pressione dei popoli nomadi ai confini diveniva infatti sempre più minacciosa e le difficoltà finanziarie impedivano di allestire grandi campagne militari per allontanarli. Il nuovo imperatore ripiegò sulla scelta di presidiare le frontiere. Nella Britannia settentrionale, situata nell attuale Gran Bretagna (l isola più grande del Regno Unito), fece costruire una lunga muraglia difensiva lunga oltre cento chilometri, il vallo di Adriano, per difendere i territori occupati dai Romani dalle bellicose popolazioni stanziate nella parte settentrionale dell isola. Del resto, la vastità delle terre dominate dai Romani agli inizi del II secolo d.C. rendeva difficili i collegamenti tra la capitale e le regioni periferiche. Nonostante l estensione capillare della rete stradale, i mezzi di trasporto dell epoca imponevano tempi molto lunghi per la percorrenza delle grandi distanze: per spostare le truppe da un confine all altro dell impero erano necessarie settimane o mesi, con ovvie conseguenze sull efficacia delle strategie difensive. I collegamenti militari nell impero romano mare del Nord Impero romano Itinerari via mare ma GERMANIA Itinerari terrestri INFERIORE Dislocazioni delle legioni romane BRITANNIA Colonia GERMANIA Aquileia-Durazzo SUPERIORE Colonia-Roma 10 giorni di marcia o ce NORICO 67 giorni di marcia ano REZIA Atlan t i co DACIA Aquileia Ostia-Marsiglia PANNONIA minimo 3 giorni Panticapeum normale 10 giorni MESIA ITALIA INFERIORE o r Marsiglia m a r N e Calcedonia-Panticapeum MESIA Roma minimo 10 giorni Tarragona SUPERIORE Ostia Calcedonia SPAGNA Durazzo Pozzuoli Ostia-Tarragona Brindisi Roma-Antiochia minimo 5 giorni CAPPADOCIA via terra 124 giorni Reggio più 2 giorni in mare Pozzuoli-Cartagine Antiochia minimo 2 giorni Cartagine Pozzuoli-Alessandria Rodi Seleucia MESOPOTAMIA normale 10 giorni minimo 9 giorni ma normale 41 giorni rM Rodi-Alessandria ed i te SIRIA minimo 4 giorni r ra n e o Pozzuoli-Antiochia minimo 15 giorni Apollonia GIUDEA AFRICA normale 55 giorni Alessandria ARABIA Carta INTERATTIVA EGITTO r Ca s pio Rispondi alle domande In quali zone dell impero era stanziato il maggior numero di legioni romane? Per quali motivazioni? Quali itinerari, via terra e via mare, richiedevano il maggior numero di giorni di percorrenza? Quale località era raggiungibile da Roma, via mare, nel più breve tempo possibile? 57